Disabili: niente fondi per l’Aias di Afragola, rischio chiusura per il centro

Il direttore si rivolge ai Carabinieri.

Brutte notizie per l’Aias di Afragola, il Centro riabilitativo per bambini disabili, che si è visto negare il Durc (documento unico di regolarità contributiva), che attesta la regolarità dei pagamenti agli enti INPS, INAIL e Cassa edile con cadenza quadrimestrale.

Il diniego blocca di fatto i pagamenti dei debitori nei confronti del Centro, il quale con 129 dipendenti e circa 800 bambini disabili in terapia, non avrebbe più fondi per andare avanti.

Il direttore generale della struttura, Ciro Salzano, ha presentato denuncia ai Carabinieri Di Afragola.

«Questi problemi purtroppo sono capitati tante altre volte» ha dichiarato Salzan, «ormai siamo stanchi, mi sembra che per ottenere diritti sacrosanti bisogna pregare. Secondo i funzionari dell'Inps l'Aias di Afragola non avrebbe versato i contributi dei dipendenti - prosegue il direttore - pertanto non avremmo diritto a ricevere il DURC, cosa falsissima, perché i contributi sono stati versati attraverso la cessione di credito sulle fatture fatte alla Asl, tutto è tracciato e sta agli atti».

La decisione del direttore di sporgere denuncia scaturisce dal senso di responsabilità verso i 129 dipendenti de Centro e gli 800 bambini disabili assistiti dalla struttura, che se venisse chiusa non potrebbe garantire l’assistenza della quale necessitano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top